Venerdì 10 dicembre, Valori Asset Management ha co-firmato l’invito promosso da Rathbone Greenbank, in collaborazione con il PRI, e rivolto al governo della Gran Bretagna per favorire l’introduzione di un reporting obbligatorio per le aziende del settore alimentare. La dichiarazione degli investitori invita il governo britannico a sostenere la raccomandazione della National Food Strategy (NFS) di introdurre un reporting obbligatorio delle metriche di nutrizione e sostenibilità. La mancanza di dati pubblicati sulle pratiche dell’industria alimentare continua, infatti, a ostacolare la capacità degli investitori di confrontare le prestazioni in tutto il settore e capire accuratamente quali progressi sono stati fatti.

Il sistema alimentare è responsabile di un terzo delle emissioni globali di gas serra ed è uno dei principali motori della perdita di biodiversità. Inoltre, nel Regno Unito oltre la metà della popolazione è classificata come sovrappeso o obesa, con il divario tra ricchi e poveri che aumenta e con persone a basso reddito che hanno più probabilità di soffrire e morire per condizioni legate alla dieta. L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha anche dichiarato che la resistenza antimicrobica, guidata in parte dall’uso eccessivo di antibiotici nella produzione di bestiame, è una delle dieci principali minacce alla salute pubblica globale che l’umanità deve affrontare.

In particolare, la richiesta al governo consiste nel:

– Attuare requisiti chiari e coerenti di rendicontazione obbligatoria per le aziende del settore alimentare;
– Considerare l’intera gamma di strumenti normativi a disposizione, compresi gli interventi fiscali e una maggiore regolamentazione, per promuovere la sostenibilità nel sistema alimentare, concentrandosi in particolare sull’internalizzazione delle esternalità attualmente a carico dell’ambiente e della società;
– Essere audace e ambizioso nella sua risposta a questa grande sfida sociale e ambientale.

La lettera completa può essere visualizzata al seguente link: www.foodfoundation.org.uk/december-investor-letter.

Share This